Computer Gaming

Tutto quello che volete sapere su Tech e Hardware dalla Apu alla Zalman

SegWay e l’invasione dei Ninebot

Posted by Eraovius on dicembre - 12 - 2016

Oggi vogliamo parlarvi di SegWay e del rivoluzionario metodo che sta usando per conquistare il mercato: in origine c’era il segway classico, che non riscontrò il successo sperato per il prezzo troppo elevato, nonostante il rivoluzionario sistema automatico di autobilanciamento, ma l’azienda famosa a livello mondiale ha deciso di immettere nuovi figli sul mercato, che arrivano numerosi anche in Italia.

La classe di cui parliamo è quella dei NINEBOT, principlamente divisa in 3 fasce.

NINEBOT ONE è l’avvenieristico monoruota elettrico autobilanciato di Ninebot. NineBot Elite è la versione bilanciata del SegWay classico, alleggerita (sia in kg che in prezzo) ma arricchita in tecnologia e pensata per i professionisti. NineBot Mini è la fascia pensata per i giovani e non solo, ancora più versatile, facile e leggera ma non per questo dotata di minore controllo e autonomia.
Questi dispositivi di trasporto personale (SegWay PT) ecosostenibile sfruttano un’innovativa combinazione di informatica, elettronica e meccanica. Inoltre, componenti e batterie sono prodotti per durare nel tempo, e chi vi scrive ha avuto esperienza di Ninebot One funzionanti con oltre 10.000 km percorsi.

 

Il Ninebot è un sistema di trasporto “verde” in sintonia con l’ecosistema. Questnuovo metodo di spostamento elettrico ed auto bilanciato, permette di percorrere strade e marciapiedi, in maniera semplice ed ecologica.

il più rivoluzionario è sicuramente il Ninebot One, in grado di saltare sul marciapiede, dominare le scale, guidare e danzare con un piede solo, che si candida a sostituire la bicicletta, lo skateboard e il motorino.

Nei Ninebot, un microchip di ultima generazione gestisce e elabora gli input che riceve dai sensori, in tempo reale (oltre 100 operazioni al secondo), offrendo una totale sicurezza, attraverso una doppia verifica incrociata dei dati ricevuti. La guida avviene, come nel Segway, tramite lo spostamento del corpo: in avanti per avanzare, indietro per rallentare o frenare. Lo stesso vale per girare.

Completamente sigillati e impermeabili, One e Mini sono dei veicoli dalle dimensioni contenute e dal peso ridotto (12,8 kg) con un design futuristico.

Ninebot One Italia prezzoNineBot One  pesa poco più di 13 kg, è facilmente trasportabile tramite l’apposita maniglia, che ha qualità estetiche e funzionali: la maniglia una volta ripiegata si integra nel profilo della ruota, come pure i poggiapiedi. Si possono facilmente sostituire i componenti, come ad esempio le due conchiglie esterne, per cambiare il colore. Telaio e poggiapiedi sono particolarmente robusti grazie all’utilizzo di lega di magnesio. 

Le specifiche APP per Android e IOS permettono di interagire piacevolmente con i vari led colorati di cui NineBot One è dotato, visualizzare le informazioni relative ai propri spostamenti oltre alla possibilità  di aggiornare facilmente  il software di controllo (firmware).

Come con i Segway anche con NineBot One si accellera spostando il corpo in avanti per accelerare e indietro per rallentare e frenare. Il sistema elettronico di controllo gestisce in tempo reale e senza errori le molteplici informazioni che arrivano dai vari sensori, avvisando tempestivamente tramite l’attivazione di appositi allarmi le situazioni potenzialmente rischiose.

La principali caratteristiche sono: autonomia di circa 30 km, velocità massima di 20 km orari, ricarica completa delle batterie in circa due ore. Il suo sistema d’allarme intelligente, con cerchi di luce Led esterni e suono, avverte in caso di velocità eccessiva, pendenze troppo ripide, bassa potenza, guasto interno e surriscaldamento. Inoltre Una app per Android e IOS permette di monitorare gli spostamenti in dettaglio, oltre ad essere in grado di programmare le luci Led e ricevere gli aggiornamenti del firmware.

Prezzi e dove trovarlo

Il Ninebot One è disponibile in modello E o E+, e si possono trovare dai venditori ufficiali o su Amazon (cliccate qua). Ricordiamo che (vale per tutti i ninebot) è sempre bene acquistare in negozi autorizzati, in quanto pur presentando un prezzo superiore ai VAT Player (coloro che evadono l’IVA tramite meccanismi al limite della legalità), forniscono supporto post-vendita/RMA, cosa che suddetti rivenditori non ufficiali non garantiscono. Un esempio è, dato che scriviamo da Cagliari, New Personal Transport. Nelle rivendite autorizzate inoltre, troverete personale che potrà aiutarvi nella scelta, potrà farvi sperimentare il vostro nuovo mezzo e garantirvi un’assistenza più che ottima.

Tra gli accessori di serie sono presenti:

  • display luminoso del quadro;
  • 1 Batteria Litio 55 V / 450 Wh;
  • 1 Carica batteria 130 W;
  • Protezioni per Neofiti

Tra gli opzionali abbiamo

  • Cavalletto,
  • Cecondo telecomando;
  • Maniglia centrale

Thor_0

In linea con le normative che regolano il codice della strada ed ovviamente il buon senso, Ninebot può circolare: su “marciapiedi”, “aree pedonali” e “piste ciclabili” ma vi ricordo, in ogni caso, l’obbligo di dare la precedenza ai pedoni e di tenere la destra sui marciapiedi e facendo estrema prudenza (o preferibilmente non utilizzandolo) in condizioni di scarsa visibilità come marciapiedi e piste ciclabili non illuminate (art. 190 c.d.s.). Il Ministero chiarisce, inoltre, che Segway PT non rientra tra gli acceleratori di andatura di cui ai commi 8 e 9 dell’art. 190 del CdS in quanto trattasi di mezzo non funzionante a propulsione esclusivamente muscolare. (vedi fondo pagina)

Confessiamo che chi vi scrive abbia acquistato Nine Bot ed ormai è diventato il mio compagno insostituibile sia in occasioni di lavoro che nel tempo libero. Confermo la totale affidabilità e semplicità di utilizzo. Con un buon istruttore sarete in grado di dominarlo in qualche ora e in pochi giorni sarete molto pratici.

 

 

 

ninebot eliteNineBot Elite è un personal transporter elettrico di ultima generazione ed ha un design futuristico e gradevole, un corpo macchina solido ma leggero, prestazioni ed efficienza di massimo livello: il tutto frutto di una mirabile sintesi delle più moderne tecnologie disponibili.

Particolarmente indicato per l’uso su superfici tipo asfalto, cemento e superfici lastricate in genere, si guida in modo facile ed intuitivo e come per il Segway spostando in avanti il corpo si accelera e spostandolo indietro si rallenta fino a frenare. Il bilanciamento è automatico e dà al guidatore una sensazione unica ed estremamente piacevole .

Grazie a dimensioni contenute e peso ridotto, può essere facilmente caricato e trasportato in auto.

Sul manubrio è installato un display simpatico e di facile lettura che permette di tenere sotto controllo lo stato della batteria, l’autonomia, la velocità, la temperatura e il limite di velocità impostato.

Sono disponibili APP sia per Android sia per IOS che permettono di rilevare le principali informazioni dei propri viaggi, scaricare gli aggiornamenti del software e di programmare le luci led.

Principali caratteristiche: peso kg 23,5 (senza manubrio), batteria al litio, autonomia circa 20 km, tempo di ricarica 3 – 4 ore, diametro ruote 40 cm, portata massima kg 120.

Questo è più caro, e potete trovarlo su Amazon.

ninebot_miniVeniamo al Ninebot Mini. Questo incredibile robot ti tiene automaticamente in equilibrio e   legge i tuoi  movimenti. Vuoi andare avanti? Basta che ti pieghi in avanti. Le elevate prestazioni sono garantite da algoritmi di controllo all’avanguardia  che lavorano in tandem con vari sensori e processori avanzati per la massima flessibilità e facilità d’uso. NineBot Mini  può gestire facilmente tutte le normali condizioni stradali, così ogni viaggio fino a distanze di 30 km sarà un puro divertimento.  3 minuti  per imparare a guidarlo, velocità di 18 km orari (ovvero 4  volte la velocità pedonale), superamento di pendenze fino a 15˚, peso inferiore ai 13 kg, 2 motori ad azionamento diretto che generano una potenza di uscita di 800 W e una potenza istantanea superiore ai 2.000 W: questi sono i principali numeri di NineBot Mini.

Un specifico algoritmo per la gestione  dinamica di potenza identifica automaticamente ogni  piccolo ostacolo o pendenza e regola la potenza ai potenti motori in base alle condizioni della strada, garantendo in ogni momento ed in ogni situazione la massima sicurezza possibile.

NineBot Mini non ha paura né della polvere né della pioggia.

Provalo senza pilota come un piacevole giocattolo telecomandato via Bluetooth:  è possibile infatti  controllarlo in remoto con il proprio smartphone. Con velocità regolabile e un raggio di sterzata 360˚, è possibile utilizzare il NineBot Mini per divertire o infastidire il tuo cane o i tuoi amici.

Un avanzato sistema di gestione intelligente della batteria (BMS) controlla lo stato di ogni cella  in tempo reale. La BMS indica lo stato della batteria tramite il tuo smartphone, e  ti avvisa se si verifica un problema: puoi  quindi divertirti in tutta sicurezza con NineBot Mini! Clicca qui per trovarlo su Amazon.

titolo-cosa-costa-cosa

componenti-principali-segway-grafico

Componenti principali di Segway PT

componenti-principali-segwayIl prezzo di qualsiasi oggetto è il risultato della somma dei costi delle parti che lo compongono: più è sofisticato l’oggetto, più il suo valore aumenta. Tutti noi sappiamo che, sui mezzi di trasporto tradizionali, alla richiesta di maggiori performances, corrisponde un maggiore prezzo d’acquisto. Spesso questo parametro, per Segway PT, non viene considerato, lasciando il prezzo l’unica valutazione effettiva. Ecco perché, in questa sezione, vengono analizzati e sottolineati alcuni componenti che permettono, e garantiscono, la grande efficienza di questo mezzo. Qualsiasi componente di Segway PT segue dei processi di produzione e collaudo non comuni ai mezzi di trasporto che noi conosciamo. Segway PT è nato per durare nel tempo e questo lo testimoniano i dati di MTBF (mean time between failures) che Segway Inc rilascia. L’MTBF è quella finestra che si apre su qualsiasi prodotto dal momento del primo utilizzo al momento di un guasto significativo (batterie e pneumatici seguono parametri specifici riportati nelle loro sezioni). Questo parametro viene fissato per Segway PT in 1.000 giorni di utilizzo che, ad una prima sommaria analisi, si può tradurre in un uso quotidiano per 3 anni. Già questo dato avrebbe dell’incredibile, considerando che Segway PT non richiede nessuna manutenzione nel tempo e quindi nessun costo aggiuntivo. Ma Segway Inc ci vuole stupire ancora e quando parla di 1.000 giorni di utilizzo non definisce l’uso dello stesso per una sola ora al giorno, ma per le totali 24 ore. Questo sposta la nostra finestra di MTBF a 24.000 ore di utilizzo. Ecco perchè Segway PT ha aspettative di vita che nessun altro mezzo ad oggi può vantare, spostando i parametri di valutazione sul costo finale del prodotto.

giroscopi-sensori-processoriSensori, processori e controlli=38%

I giroscopi, i sensori ed i processori di Segway PT, sono la percentuale più alta della spesa che lo compongono. E’ necessaria una sofisticata elettronica di bordo per garantire,100 volte al secondo, il controllo della stabilità: questo rende Segway PT un mezzo unico in fatto di sicurezza. Segway PT, in caso di urto, recupera il 50% dell’energia cinetica prodotta. La ridondanza di Segway PT, inoltre, garantisce, in caso di guasti, l’attivazione di procedure di emergenza, che permettono la fermata e la discesa dallo stesso in tutta sicurezza.

architettura-ridondantePerchè Segway PT utilizza un’architettura “ridondante”?Per garantire la sicurezza in caso di guasto il mondo aeronautico utilizza la tecnica della ridondanza. La procedura prevede il raddoppio dei circuiti elettronici e di controllo a bordo dell’aereo, e questo mette il pilota ed eventuali passeggeri al riparo da spiacevoli conseguenze anche in caso di avaria di uno di essi. Questo tipo di progettazione permette quindi, in caso di guasto del circuito primario, l’intervento istantaneo di un circuito di back-up, che seppur avendo le stesse capacità del circuito principale, viene utilizzato esclusivamente per attivare quelle procedure al fine di mantenere in sicurezza l’utente, permettendo ancora la massima efficienza del velivolo, per accompagnarlo ad un atterraggio di emergenza. In questo modo è stato progettato anche Segway PT, che in caso di anomalia o guasto di un suo componente elettronico ci garantisce, con l’intervento del secondo Segway PT contenuto al proprio interno, la certezza di una fermata ed una discesa controllata. Pertanto questo evidenzia che se Segway PT costasse la metà sarebbero compromesse molte delle sue caratteristiche di assoluta sicurezza.

batteriaAmministrazione di energia = 24%Non semplici batterie e carica batterie ma un sofisticato sistema per garantire la massima efficienza dell’energia accumulata (73 Volt – 5 Ah). Pochi centesimi di energia (0,04 euro per ricarica) che vengono trasformati ed accumulati per permetterci di percorrere non meno di 20 chilometri per ogni ricarica (40 km con litio). Un primato assoluto che porta Segway PT a percorrere 600 chilometri con lo stesso valore di un litro di benzina acquistato. Sono almeno 500 le ricariche per le batterie al Nimh prima della loro sostituzione e non meno di 1.000 per le nuove batterie al Litio. Tutto questo si traduce in 10.000 o 40.000 chilometri percorsi prima del loro cambio perchè esauste. Segway PT conferma quindi parametri della gestione energetica a livelli di performances/consumi mai riscontrati finora su altri mezzi di trasporto, permettendoci risparmi nel tempo che possono coprire abbondantemente una grossa percentuale del costo di Segway PT.

propulsionePropulsione = 25%

Difficile immaginare un motore dalla potenza di 1,88 kilowatt (1,5 Kw mod. “i”) dalle dimensioni di un pugno di una mano, ma su Segway PT si può. Sono addirittura due i motori brushless che equipaggiano questa geniale invenzione, creando un rapporto peso/potenza mai visto finora. Quasi 5 cavalli che permettono ad una piattaforma di c.a. 38 kg di tenerci sempre in equilibrio anche a fronte di salite di oltre 25°. Tutto questo lo si può ottenere soltanto utilizzando materiali d’avanguardia come il raro neodymium-iron-boron, con il quale questi motori privi di spazzole sono costruiti per garantirci non solo performances uniche ma anche durate illimitate. Anche la parte inerente al riduttore (24:1), componente che accoppia i motori con le ruote, è stata costruita con la filosofia del “dover durare”, ed effettivamente basta avere la fortuna di poterlo guardare all’interno, per capire che gli ingranaggi che lo compongono sono il risultato di molti anni di studio ed appaiono, senza dubbio di smentita, curati come lo sono gli ingranaggi di un orologio svizzero. Infine i pneumatici concludono il gruppo della “propulsione” ed anch’essi seguono la filosofia del progetto. Un pneumatico oggi riesce a percorrere non meno di 8.000-10.000 km. Tutti questi elementi armonizzati al massimo tra loro si traducono in costi estremamente contenuti sulla percorrenza chilometrica, fino al punto di rendere le suole delle nostre scarpe molto più costose dell’uso di Segway PT, a parità di chilometri percorsi.

Le caratteristiche tecniche sopra riportate fanno riferimento a tutti i modelli Segway PT prodotti fino ad oggi da Segway Inc. ad esclusione dei modelli P133.

 

 normativa-uso-veicoli-elettrici-autobilanciati
NUOVA SCHEDA INFORMATIVA PER IL SEGWAY HUMAN TRANSPORTER (HT), APPROVATA DAL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI ITALIANO, IN ATTESA DI UN INQUADRAENTO DEFINITIVO ALL’INTERNO DEL C.D.S.

La Segway Inc (1) in data 16 aprile 2007 informa che:

Il Ministero dei Trasporti italiano, Dipartimento per i Trasporti Terrestri, personale, affari generali e pianificazione generale dei trasporti, con propria nota 26702 del 20.03.07, riassume i criteri per l’utilizzo di Segway PT su “marciapiedi”, “aree pedonali” e “piste ciclabili” definiti dall’art. 3 del Codice della Strada (CdS), dettando le seguenti limitazioni:

velocità massima non superiore a 6 Km/h con sistema di limitazione predisposto dal costruttore, per le “aree pedonali” e per i “marciapiedi”;
velocità massima non superiore a 20 Km/h su piste ciclabili;
obbligo di dare la precedenza ai pedoni e di tenere la destra sui marciapiedi;
divieto di utilizzo a conducenti con età inferiore a 16 anni;
divieto di utilizzo in condizioni di scarsa visibilità. Per esempio marciapiedi e piste ciclabili per niente o poco illuminate durante le ore notturne.
Tali limitazioni non sussistono per quanto riguarda un possibile utilizzo del mezzo da parte delle forse armate di cui all’art. 11 c. 1 del CdS e agli enti o corpi equiparati ai sensi del c. 11 dello stesso articolo, e da parte delle polizie municipali.

Le norme comportamentali da rispettare da parte dei conducenti del mezzo sono derivate da quelle di cui all’art. 190 del CdS -comportamento dei pedoni- con le precisazioni di seguito riportate:

  • Comma I: si conferma solo il primo periodo secondo cui “I pedoni devono circolare sui marciapiedi, sulle banchine, sui viali e sugli altri spazi per essi predisposti; qualora questi manchino, siano ingombri, interrotti o insufficienti, devono circolare sul margine della carreggiata opposto al senso di marcia dei veicoli in modo da causare il minimo intralcio possibile alla circolazione”. Si vieta, pertanto, l’utilizzo del mezzo fuori dai centri abitati.
  • Comma II: si conferma il testo contenuto per cui “I pedoni, per attraversare la carreggiata, devono servirsi degli attraversamenti pedonali, dei sottopassaggi e dei sovrappassaggi. Quando questi non esistono, o distano più di cento metri dal punto di attraversamento, i pedoni possono attraversare la carreggiata solo in senso perpendicolare, con l’attenzione necessaria ad evitare situazioni di pericolo per sé o per altri”. Quindi lo stesso tipo di comportamento deve essere osservato dal conducente del mezzo.
  • Comma III: si conferma il testo contenuto per cui “E’ vietato ai pedoni attraversare diagonalmente le intersezioni; è inoltre vietato attraversare le piazze e i larghi al di fuori degli attraversamenti pedonali, qualora esistano, anche se sono a distanza superiore a quella indicata nel comma II”. Quindi lo stesso tipo di comportamento deve essere osservato dal conducente del mezzo.
  • Comma IV: si conferma il testo contenuto per cui “E’ vietato ai pedoni sostare o indugiare sulla carreggiata, salvo i casi di necessità; è, altresì, vietato, sostando in gruppo sui marciapiedi, sulle banchine o presso gli attraversamenti pedonali, causare intralcio al transito normale degli altri pedoni”. Quindi, lo stesso tipo di comportamento deve essere osservato dal conducente del mezzo.
  • Comma V: si conferma il testo contenuto per cui “I pedoni che si accingono ad attraversare la carreggiata in zona sprovvista di attraversamenti pedonali devono dare la precedenza ai conducenti”. Quindi lo stesso tipo di comportamento deve essere osservato dall’utilizzatore del Segway.
  • Comma VI: si conferma il testo contenuto per cui “E’ vietato ai pedoni effettuare l’attraversamento stradale passando anteriormente agli autobus, filoveicoli e tram in sosta alle fermate”. Quindi lo stesso tipo di comportamento deve essere osservato dal conducente del mezzo.
  • Commi da VII a IX: il testo contenuto non è rilevante in quanto non attiene il comportamento che deve osservare il conducente del mezzo in esame.
    Comma X: si conferma il testo contenuto per cui “Chiunque viola le disposizioni del presente articolo è soggetto alla sanzione amministrativa del pagamento di una somma da €. 19,95 a €. 81,90″.

Il Ministero chiarisce, inoltre, che Segway PT non rientra tra gli acceleratori di andatura di cui ai commi 8 e 9 dell’art. 190 del CdS in quanto trattasi di mezzo non funzionante a propulsione esclusivamente muscolare.

(1) Segway Inc, Delaware, USA Limited Liability Company, con uffici situati in:
14 Technology Drive, Bedford, NH 03110-6908 USA.

Categories: Electric scooter

Comments are closed.

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin

Search Site

Popular Posts

Mini-tutorial: Installare Windows...

Nonostante sia una cosa del tutto semplice, capita sempre più ...

Xbox One? PS4?...

In questo periodo di paliatoni tra chi preferisce l'una o ...

I sondaggi di...

L'avvento di Windows 8 è stato una rivelazione, in meno ...

Monitor: come va...

Ho visto nel corso del tempo che molti quando vanno ...

ASUS e il...

"Mammaaaa, mi serve un nuovo Router!" "Come, quella cosa bianca quadrata ...

Twitter updates

RSS not configured

Sponsors

  • Archivio articoli

  • Tag e Argomenti