Computer Gaming

Tutto quello che volete sapere su Tech e Hardware dalla Apu alla Zalman

Caldo e umido sono i peggiori nemico delle batterie e questo si sapeva già: chi ha avuto l’occasione di portare il proprio notebook in spiaggia lavorando al caldo (cosa non si fa per un po’ di sole e l’impressione di essere in vacanza!) o, molto più probabilmente, di lasciare il proprio smartphone sotto il sole, avrà notato che la batteria del proprio dispositivo sotto i raggi solari (e in generale al caldo) subisce perdite di efficienza notevoli.

Anche l’umido è un grosso nemico delle batterie: chi ha avuto l’occasione di effettuare gite speleologiche anche in grotte o gallerie (fresche ma con umidità altissima) avrà visto anche in questo caso una perdita notevole di energia, anche senza utilizzare il dispositivo (fotocamera, laptop o smartphone che sia).

k-bigpic

Parlando di smartphone inoltre il discorso diventa sensibile, sopratutto per gli iPhone di vari modelli che non hanno una batteria intercambiabile (quindi se roviniamo quella presente al suo interno siam fregati) perchè i costi per la sostituzione sono spesso incredibilmente alti.

Ma anche trovare un buon ricambio per la batteria del laptop non è spesso un’impresa facile ed economica. Qualche piccolo accorgimento tuttavia, potrà garantirvi di preservare la vita della vostra batteria agli ioni di litio e renderla meno invecchiata col passare degli anni.

Il primo consiglio che si dovrebbe sempre dare riguardo alle batterie LiPo (Polimeri di Litio) è sempre quello di mantenere una carica elevata, senza farla scaricare mai del tutto. Le batterie a litio infatti non soffrono dell’effetto memoria, e con una scarica importante o completa, rischiano di degradarsi anzichè rimettersi in sesto. L’effetto memoria infatti è classico delle batterie al nickel:  si doveva scaricarla del tutto e ricaricarla solo quando in effetti quasi totalmente scarica. Il consiglio è di caricare molto frequentemente in modo da scendere il meno possibile sotto il 50%. Se scarichiamo totalmente la batteria la sua efficienza nel corso degli anni diminuirà sensibilmente.

GETPOWERPAD-3GS-CI

Secondo avviso importante è quello di tenere la batteria al fresco quanto più possibile, e se siete in Sardegna o località simili come noi, avrete a che fare con un buon nemico: il caldo torrido; che si riflette sopratutto nella durata degli smartphones. Gizmodo a riguardo, ha stimato che uno smartphone tenuto a 0°C perde circa il 6% d’efficienza ogni anno, valore che cresce sensibilmente all’aumentare della temperatura: a 25°C c’è una perdita d’efficienza del 20%, che cresce al 35% a 40°C. Così ci sentiamo di sconsigliare anche gli accessori per le ricariche WireLess perchè, sebbene faccia molto figo da mostrare agli amici e sia indubbiamente comoda ed efficace, tende a scaldare oltremodo il vostro dispositivo e questo – come abbiam appena visto – non è un bene.

Spesso basta evitare di esporre i device con batteria (laptop, fotocamere, smartphone e tablet) al litio ai raggi diretti del sole e, se prevedete di partire e lasciare a casa il vostro notebook  per lungo tempo e in periodo estivo, la soluzione migliore sarebbe lasciare la batteria in frigorifero e con almeno il 50% della carica. Anche se non abbiate necessità di metterla in frigo perchè magari siete in un paese dal clima fresco, è comunque bene accertarsi di non tenere la batteria scarica per lunghi periodi, altrimenti rischiate di giocarvela definitivamente.

L’importante è evitare in tutti i modi torture  al proprio dispositivo, come farlo scaricare da 100% a 0% tutti i giorni prima di ricaricarlo, o lasciarlo in luoghi estremamente caldi per periodi prolungati o, peggio ancora, tenerlo scarico ed inutilizzato per lunghi periodi di tempo.

Esistono comunque delle soluzioni software che, se usate bene (e in tempo) permettono di allungare la vita e l’autonomia delle batterie dei notebook senza troppa fatica. Uno di questi si chiama  Battery Doubler, è disponibile in una prova gratuita di 20 esecuzioni (dopo le quali occorre acquistare una licenza), ed è possibile rigenerare la batteria del portatile utilizzandolo. Il programma vi aiuterà innanzitutto a ricalibrare la batteria del portatile, processo che può durare anche un’ora e mezza, al termine del quale il PC si dovrebbe spegnere automaticamente.

Una volta calibrata la batteria del portatile, è possibile rigenerarla e il programma promette di allungarne vita e durata grazie alle ottimizzazioni di Battery Doubler, o perlomeno di contrastare l’inevitabile processo di invecchiamento.

 

Comments are closed.

  • RSS
  • Delicious
  • Digg
  • Facebook
  • Twitter
  • Linkedin

Search Site

Popular Posts

Mini-tutorial: Installare Windows...

Nonostante sia una cosa del tutto semplice, capita sempre più ...

Xbox One? PS4?...

In questo periodo di paliatoni tra chi preferisce l'una o ...

I sondaggi di...

L'avvento di Windows 8 è stato una rivelazione, in meno ...

Monitor: come va...

Ho visto nel corso del tempo che molti quando vanno ...

ASUS e il...

"Mammaaaa, mi serve un nuovo Router!" "Come, quella cosa bianca quadrata ...

Twitter updates

RSS not configured

Sponsors

  • Archivio articoli

  • Tag e Argomenti